15 dicembre 2015

La Banca d'Italia approva:

- la costituzione di una società veicolo per la gestione delle attività, ai sensi dell'art. 45 del D. Lgs. 16 novembre 2015, n. 180, con socio unico la Banca d'Italia, da denominarsi "REV – Gestione Crediti Società per Azioni", con sede in Roma e sedi secondarie in Arezzo, Chieti, Ferrara e Jesi;
- l'atto costitutivo e lo statuto della società;
- la nomina e la remunerazione dei componenti del Consiglio di Amministrazione, costituito dai sigg. prof. ssa avv. Livia Pomodoro (Presidente), dott. Claudio Corsini (Amministratore delegato) e avv. Marcello Villa;
- la nomina e la remunerazione dei componenti il Collegio Sindacale, costituito dai sigg. prof. avv. Giustino Di Cecco (Presidente), dott.ssa Ersilia Bartolomucci e prof. avv. Massimiliano Nova (sindaci effettivi), dott.ssa Claudia Clementina Oddi e dott. Giulio Palazzo (sindaci supplenti).



26 gennaio 2016

La Banca d'Italia, con provvedimenti n. pubblicato sulla G.U. n. 64 del 17.03.2016 ha disposto rispettivamente:

1) Gazzetta Ufficiale n. 64 DEL 17.03.2016.pdf - che i crediti in sofferenza risultanti dalla situazione contabile individuale di Banca delle Marche S.p.A. al 30 settembre 2015, detenuti da Nuova Banca delle Marche S.p.A. per effetto del provvedimento n. 1241108 del 22 novembre 2015 di cessione delle attività e passività, siano ceduti a REV – Gestione Crediti S.p.A., ai sensi degli artt. 46 e 47 del D. Lgs. 180/2015. Restano esclusi dalla cessione e, in conformità al programma di risoluzione, saranno oggetto di successivi trasferimenti alla REV – Gestione Crediti S.p.A.: (i) i crediti in sofferenza, risultanti dalla situazione contabile individuale di Banca delle Marche S.p.A. al 30 settembre 2015, interessati da operazioni di cartolarizzazione; (ii) i crediti in sofferenza, risultanti dalla situazione contabile consolidata di Banca delle Marche S.p.A. al 30 settembre 2015, di titolarità della controllata Medioleasing S.p.A. in amministrazione straordinaria che saranno ceduti solo a seguito del trasferimento delle attività e passività di Medioleasing S.p.A. a Nuova Banca delle Marche S.p.A..

2) Gazzetta Ufficiale n. 64 DEL 17.03.2016.pdf - che i crediti in sofferenza risultanti dalla situazione contabile individuale di Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio Società Cooperativa al 30 settembre 2015, detenuti da Nuova Banca dell'Etruria e del Lazio S.p.A. per effetto del provvedimento n. 1241114 del 22 novembre 2015 di cessione delle attività e passività, siano ceduti a REV – Gestione Crediti S.p.A., ai sensi degli artt. 46 e 47 del D. Lgs. 180/2015. Restano esclusi dalla cessione e, in conformità al programma di risoluzione, saranno oggetto di successivi trasferimenti alla REV – Gestione Crediti S.p.A. i crediti in sofferenza, risultanti dalla situazione contabile individuale di Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio – Società Cooperativa al 30 settembre 2015, interessati da operazioni di cartolarizzazione.

3) Gazzetta Ufficiale n. 64 DEL 17.03.2016.pdf - che i crediti in sofferenza risultanti dalla situazione contabile individuale di Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. al 30 settembre 2015, detenuti da Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. per effetto del provvedimento n. 1241120 del 22 novembre 2015 di cessione delle attività e passività, siano ceduti a REV – Gestione Crediti S.p.A., ai sensi degli artt. 46 e 47 del D. Lgs. 180/2015. Restano esclusi dalla cessione disposta e, in conformità al programma di risoluzione, saranno oggetto di successivi trasferimenti alla REV – Gestione Crediti S.p.A.: (i) i crediti in sofferenza, risultanti dalla situazione contabile individuale di Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. al 30 settembre 2015, interessati da operazioni di cartolarizzazione; (ii) i crediti in sofferenza, risultanti dalla situazione contabile consolidata di Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. al 30 settembre 2015, di titolarità della controllata Commercio e Finanza Leasing & Factoring S.p.A. in amministrazione straordinaria che saranno ceduti solo a seguito del trasferimento delle attività e passività di Commercio e Finanza Leasing & Factoring S.p.A. a Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A..

4) Gazzetta Ufficiale n. 64 DEL 17.03.2016.pdf - che i crediti in sofferenza risultanti dalla situazione contabile individuale di Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti S.p.A. al 30 settembre 2015, detenuti da Nuova Cassa di Risparmio di Chieti S.p.A. per effetto del provvedimento n. 1241126 del 22 novembre 2015 di cessione delle attività e passività, siano ceduti a REV – Gestione Crediti S.p.A., ai sensi degli artt. 46 e 47 del D. Lgs. 180/2015.


Le cessioni hanno avuto efficacia a far tempo dalle ore 00.01 del 1° febbraio 2016.

4 marzo 2016

La Banca d'Italia approva – ai sensi dell'art. 45, comma 2, lett. b), del D.Lgs. n. 180/2015 – la nomina della prof.ssa Maria Teresa Bianchi quale componente del consiglio di amministrazione di REV - Gestione Crediti S.p.A., come deliberato dall'assemblea dei soci del 18 febbraio 2016, in sostituzione dell'avv. Marcello Villa che ha rassegnato le dimissioni dalla carica di amministratore.

7 luglio 2016

La Banca d'Italia, con provvedimento del 7 luglio 2016, approva – ai sensi dell'art. 45, comma 2, lett. b), del D.Lgs. n. 180/2015 – la nomina della prof.ssa Maria Teresa Bianchi quale Presidente, del sig. Salvatore Immordino quale Amministratore Delegato e del Prof. Andrea Cesare Resti quale Consigliere del Consiglio di amministrazione di REV - Gestione Crediti S.p.A., come deliberato dall'assemblea dei soci del 27 giugno 2016.
La nomina del nuovo CdA è avvenuta a seguito delle dimissioni dei precedenti Presidente e Amministratore Delegato che hanno comportato la cessazione dell'intero Consiglio in base all'art. 17 dello Statuto sociale.

30 dicembre 2016

La Banca d'Italia, con provvedimenti del 30 dicembre 2016, pubblicato sulla G.U. n. 46 del 24.02.2017, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D. Lgs. 180/2015, ha disposto la cessione a REV Gestione Crediti S.p.A. dei seguenti crediti:

1) Gazzetta Ufficiale n. 46 DEL 24.02.2017.pdf
(i) i crediti in sofferenza, risultanti dalla situazione contabile consolidata di Banca delle Marche S.p.A. al 30 settembre 2015, già di titolarità della controllata Medioleasing S.p.A.;
(ii) i crediti in sofferenza risultanti dalla situazione contabile individuale di Banca delle Marche S.p.A. al 30 settembre 2015, interessati da operazioni di cartolarizzazione; (iii) gli ulteriori crediti in sofferenza risultanti dalla valutazione definitiva dell'esperto indipendente alla data del 22 novembre 2015 e riferiti a Banca delle Marche S.p.A. e Medioleasing S.p.A..

2) Gazzetta Ufficiale n. 46 DEL 24.02.2017.pdf
(i) i crediti in sofferenza, risultanti dalla situazione contabile individuale di Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio – Società Cooperativa al 30 settembre 2015, interessati da operazioni di cartolarizzazione;
(ii) gli ulteriori crediti in sofferenza risultanti dalla valutazione definitiva dell'esperto indipendente alla data del 22 novembre 2015 e riferiti a Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio – Società Cooperativa.

3) Gazzetta Ufficiale n. 46 DEL 24.02.2017.pdf
(i) i crediti in sofferenza, risultanti dalla situazione contabile consolidata di Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. al 30 settembre 2015, già di titolarità della controllata Commercio e Finanza S.p.A. – Leasing & Factoring;
(ii) i crediti in sofferenza risultanti dalla situazione contabile individuale di Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. al 30 settembre 2015, interessati da operazioni di cartolarizzazione;
(iii) gli ulteriori crediti in sofferenza risultanti dalla valutazione definitiva dell'esperto indipendente alla data del 22 novembre 2015 e riferiti a Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. e Commercio e Finanza S.p.A. – Leasing & Factoring.

4) Gazzetta Ufficiale n. 46 DEL 24.02.2017.pdf
gli ulteriori crediti in sofferenza – detenuti da Nuova Cassa di Risparmio di Chieti S.p.A. per effetto del provvedimento n. 1241126 del 22 novembre 2015 – risultanti dalla valutazione definitiva dell'esperto indipendente alla data del 22 novembre 2015 e riferiti a Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti S.p.A.

Al fine di agevolare il conseguimento degli obiettivi della risoluzione e la collocazione dell'ente ponte sul mercato, la Banca d'Italia può:
i) ai sensi dell'art. 47, comma 8, del D. Lgs. 180/2015, disporre il ritrasferimento alla Nuova Banca delle Marche S.p.a., alla Nuova Banca dell'Etruria e del Lazio S.p.a.; Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.a. e Nuova Cassa di Risparmio di Chieti S.p.A. di quanto trasferito per effetto del presente provvedimento;
ii) modificare le condizioni della presente cessione e di quella disposta con il provvedimento del 26 gennaio 2016 con riferimento al regime delle garanzie relative ai crediti oggetto di cessione.
La cessione ha efficacia a far tempo dalle ore 00.01 del 1° gennaio 2017.

18 gennaio 2017

La Banca d'Italia, con provvedimenti del 18/01/2017 n. 62984, n. 62921 e n. 62957, pubblicati sulla G.U. n. 56 dell'08.03.2017 ha disposto che:

a) la cessione dei crediti in sofferenza disposta con i provvedimenti n. 98829; n. 98842 e n. 98863 del 26.1.2016 nonché n. 1553670; n. 1553682 e n. 1553679 del 30.12.2016 si intende avvenuta senza garanzia della solvenza dei debitori ceduti (cessione pro soluto) nonché, anche in deroga all'art. 1266 del codice civile, senza garanzia dell'esistenza, titolarità, validità, opponibilità, esigibilità ed effettivo incasso dei crediti ceduti e delle garanzie che li assistono.
b) REV è impegnata a tenere Nuova Banca delle Marche S.p.A.; Nuova Banca dell'Etruria e del Lazio S.p.A.; Nuova Cassa di Risparmio di Chieti S.p.A. indenne da ogni rischio e onere (anche per costi di difesa) nascente dai o relativo ai citati crediti in sofferenza e al contenzioso ad essi riferibile. Su richiesta delle Banche cedenti, REV interviene ai sensi dell'art. 111 del codice di procedura civile nei giudizi riguardanti i crediti ceduti, consentendo all'estromissione di Nuova Banca delle Marche S.p.A. Nuova Banca dell'Etruria e del Lazio S.p.A.; Nuova Cassa di Risparmio di Chieti S.p.A. dai giudizi medesimi.



02 marzo 2017

La Banca d'Italia ha disposto che:
La cessione dei crediti in sofferenza disposta con i provvedimenti n. 98852 del 26.1.2016 e n. 1553673 del 30.12.2016 si intende avvenuta senza garanzia della solvenza dei debitori ceduti (cessione pro soluto) nonché, anche in deroga all'art. 1266 del codice civile, senza garanzia dell'esistenza, titolarità, validità, opponibilità, esigibilità ed effettivo incasso dei crediti ceduti e delle garanzie che li assistono.
1.2. REV è impegnata a tenere Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. indenne da ogni rischio e onere (anche per costi di difesa) nascente dai o relativo ai citati crediti in sofferenza e al contenzioso ad essi riferibile. Su richiesta di Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A., REV interviene ai sensi dell'art. 111 del codice di procedura civile nei giudizi riguardanti i crediti ceduti, consentendo all'estromissione di Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. dai giudizi medesimi.